Home » Ultimi Articoli » Malattie rare e lavoro, binomio possibile
Cultura

Malattie rare e lavoro, binomio possibile

[cml_media_alt id='6597']La Gioconda il mistero dell'identità svelato da una storia d'amore[/cml_media_alt]

Lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze, una unità produttiva dell’Agenzia Industrie Difesa, ha ospitato la cena di solidarietà organizzata presso la mensa dello stabilimento, in via Reginaldo Giuliani, 201.

“Una cena che ha l’intento di sensibilizzare la società sulle malattie rare. E per mettere in evidenza – spiega il presidente della Commissione politiche sociali e della salute, sanità e servizi sociali Nicola Armentano – la grandezza e la bellezza dell’istituto farmaceutico militare che, da sempre, è a disposizione della salute collettiva e che si è attivato per mettere a disposizione quei farmaci definiti orfani sui quali, purtroppo, l’industria farmaceutica non investe perché sono utili solo a pochi. Il farmaceutico militare è l’unica industria italiana del farmaco che ha queste competenze. Questa iniziativa valorizza l’istituto facendolo conoscere ed aiutando anche le professionalità dei lavoratori che vi operano per la ricerca. E’ stata un’idea singolare che vuole far condividere l’emozione di cucinare con uno chef stellato, infatti lavoreranno con Vito Mollica tanti studenti dell’Istituto Buontalenti ed alcuni ragazzi dell’associazione Trisomia 21“.

“L’istituto farmaceutico militare, attualmente, produce cinque farmaci per le malattie rare. Il numero di pazienti a cui forniamo i farmaci orfani sono circa 2000 mentre sono 7000-8000 il numero delle malattie rare. E purtroppo – aggiunge il Primo Maresciallo Camillo Borzacchiello – il numero delle persone che hanno bisogno di questi farmaci è in aumento”.

“Una serata ricca di emozioni. Lavorerò con studenti del Buontalenti – precisa lo chef Vito Mollica – ed altri ragazzi dell’associazione Trisomia 21”.

Con un contributo minimo di 28 euro è stato  possibile gustare un raffinato menù preparato da Vito Mollica, del Four Season, una stella Michelin, che oltre a prestare generosamente la sua opera a titolo gratuito ha coinvolto nell’evento i suoi abituali fornitori, cosicché il ricavato è stato destinato alla formazione di percorsi lavorativi agevolati per gli ammalati di malattie rare.

La serata, nata dalla cooperazione fra associazioni, istituzioni, enti ed altri partner, nasce per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di persone che, a causa di malattie talora altamente invalidanti e per le quali spesso non esistono prospettive, si vedono costrette all’inattività, mentre sarebbe possibile, con pochi accorgimenti, permettere anche a loro di esprimersi nel mondo del lavoro.

Un inserimento che sarebbe per loro particolarmente importante: per affermare la propria personalità, vedere apprezzate le proprie capacità e infrangere la barriera di isolamento che li circonda e li rende spesso invisibili al resto della società.

 

[cml_media_alt id='6597']justbeautiful_F.I.R.M.O.[/cml_media_alt]

About the author

Milko Chilleri

Giornalista e VideoReporter, i miei primi compagni il video e la musica, mixati alla certezza che il suono e l'immagine riescono a parlare con tutti.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 452 iscritti.

EnglishItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi