Home » Ultimi Articoli » ‘La ballata del diavolo nella bottiglia’ in Fornace Agresti il 9 e 10 novembre
Archivio

‘La ballata del diavolo nella bottiglia’ in Fornace Agresti il 9 e 10 novembre

[cml_media_alt id='6597']La Gioconda il mistero dell'identità svelato da una storia d'amore[/cml_media_alt]

Sliding Theaters arriva all’Antica Fornace Agresti con lo spettacolo “La ballata del diavolo nella bottiglia”, a cura di Vieniteloracconto

Dopo l’anteprima presso il Teatro Moderno di Tavarnuzze dello scorso ottobre “La ballata del diavolo nella bottiglia”, di Vieniteloracconto, progetto teatrale di Massimo Mattioli, docente di Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Firenze, dal racconto di Louis Stevenson, viene riproposta, nell’àmbito del progetto Sliding Theaters, nell’Antica Fornace Agresti, in via delle Fornaci, a Impruneta, giovedì 9 e venerdì 10 novembre 2017.
Con Marco Calosi, Leonardo Fallerini, Filippo Signori e Eleonora Poggi, Manuel Rossi, e con Matteo Di ienno, Olmo Paoletti.

“Il racconto di Stevenson è stato trasportato in forma scenica insieme agli studenti del Biennio di secondo livello dell’Accademia di Belle Arti di Firenze in ‘Progettazione plastica per la scenografia – spiegano i curatori dell’allestimento -, al fine di realizzare un percorso visivo a tutto tondo, senza un punto di vista privilegiato. Come nella vita di tutti i giorni, i personaggi agiscono in uno spazio circolare, definito nella sua circonferenza dalla presenza di un pubblico, reso in tal modo capace di coglierne anche i movimenti più intimi e segreti.

La sceneggiatura mantiene il ritmo nei dialoghi tra i protagonisti, intermezzati dagli interventi di un vecchio Stevenson, che salda e raccorda i momenti più strettamente teatrali della sua avventura con la bottiglia maledetta. Pertanto, grande semplicità di scenografia e grande lavoro di controscene, sia quando gli attori sono al centro dell’attenzione, sia quando ne sono a margine, e commentano e motivano i loro silenzi con la forza dell’immobilità e del rallentamento dei movimenti. È un progetto fortemente caratterizzato dall’uso della parola e del gesto: la parola dovrà possedere la forza del racconto e del dialogo, il gesto quello del confronto e dello scontro”.

L’Antica Fornace Agresti è un edificio risalente al ‘700, recentemente ristrutturato e riportato a nuova luce. È la più antica fornace esistente sul territorio di Impruneta e testimonia il legame con la produzione in terracotta, elemento culturale e distintivo della realtà locale. Ha già ospitato spettacoli e manifestazioni culturali di vario genere, costituendo un fil rouge fra passato e contemporaneità.

L’iniziativa è il frutto della collaborazione fra Comune di Impruneta, Associazione Culturale Vieniteloracconto e Accademia di Belle Arti di Firenze.

Informazioni e prenotazioni: teloracconto@gmail.com, 333 7128510, www.vieniteloracconto.blogspot.com.
Solo informazioni: Ufficio Relazioni con il Pubblico, tel. 055/2036640, mail urp@comune.impruneta.fi.it .

[cml_media_alt id='6597']justbeautiful_F.I.R.M.O.[/cml_media_alt]

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 452 iscritti.

EnglishItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi