Home » Ultimi Articoli » Galleria Tornabuoni: sessant’anni in mostra
Archivio

Galleria Tornabuoni: sessant’anni in mostra

Artisti Italiani dal secondo dopoguerra agli anni Sessanta alla Galleria Tornabuoni, per Piero Fornaciai gallerista fiorentino, è il titolo della mostra che si inaugura il prossimo 15 dicembre a Firenze alla Galleria Tornabuoni, nella ricorrenza dei sessant’anni dalla sua nascita (1956-2016) e in ricordo del suo fondatore, la mostra “Artisti Italiani dal secondo dopoguerra agli anni Sessanta alla Galleria Tornabuoni, per Piero Fornaciai gallerista fiorentino” è a cura di Mirella Branca.

La Galleria ha iniziato l’attività il 15 dicembre 1956 al n. 74 di Via Tornabuoni, in quegli anni considerata la strada dell’eleganza fiorentina e del turismo d’élite, a fianco della storica libreria Seeber. Dal 2007 ha lasciato la sua sede storica per trasferirsi in Borgo San Jacopo, nel cuore dell’ Oltrarno.

La mostra, promossa da Fabio Fornaciai figlio del fondatore, che dal 1980 è responsabile della Galleria, è un omaggio alla figura di Piero, ma anche il primo evento che vede l’ingresso nell’attività di Gregorio, figlio di Fabio e terza generazione, al suo fianco nel proseguimento della mission della Galleria, che fin dalla sua nascita alterna mostre dedicate ad artisti storicizzati quali Capogrossi, Braque, Magritte, Marino Marini, De Pisis e Sironi, ad artisti contemporanei e nuove proposte.

L’iniziativa prende spunto dall’attività svolta nei primi anni Sessanta da Piero Fornaciai negli Stati Uniti, dove faceva conoscere ai collezionisti americani il nucleo di opere portate dall’Italia. Si tratta di pitture, incisioni, litografie di artisti del Novecento italiano già affermati ma anche di proposte di alcune giovani realtà del tempo, tra cui molti artisti fiorentini.

Alla mostra sarà presente una selezione degli artisti rappresentati in quel nucleo, attraverso opere realizzate dal secondo dopoguerra agli anni sessanta, con una prevalenza di dipinti, data l’impronta attuale della Galleria, non più focalizzata sulla grafica ma attiva più in generale nella promozione di iniziative dedicate all’arte novecentesca e contemporanea. Le ventotto opere in mostra sono di pittori di portata nazionale, come Massimo Campigli, Carlo Carrà, Alberto Magnelli, Gino Severini, Renato Guttuso, Giuseppe Capogrossi, Emilio Scanavino, Gianni Bertini, Arturo Carmassi, e di artisti rappresentativi delle tendenze dell’arte a Firenze negli anni Cinquanta e Sessanta, come Fernando Farulli, Gualtiero Nativi, Alvaro Monnini, Bruno Brunetti, Alberto Moretti, Mario Fallani, Silvio Loffredo, Marcello Guasti, Antonio Bueno, Paolo Masi, Riccardo Guarneri.

About the author

Chiarastella Foschini

Giornalista, una laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche. Napoletana di nascita, fiorentina di adozione e innamorata della Toscana.

adv

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 1.671 iscritti.

EnglishItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi