Home » Ultimi Articoli » Flowers, la scultura contemporanea sboccia all’Orto Botanico di Firenze
Eventi

Flowers, la scultura contemporanea sboccia all’Orto Botanico di Firenze

[cml_media_alt id='6597']La Gioconda il mistero dell'identità svelato da una storia d'amore[/cml_media_alt]

Fino al 24 settembre sculture e installazioni protagoniste del giardino in pieno centro storico.

La scultura contemporanea sboccia all’Orto Botanico di Firenze e torna da protagonista per la seconda edizione di Flowers, mostra organizzata dall’Accademia di Belle Arti in collaborazione con il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze.

In esposizione per tutto il periodo estivo – dal 29 giugno al 24 settembre – sculture e installazioni realizzate da 42  studenti del triennio di Scultura e del biennio di Arti Visive e Nuovi Linguaggi Espressivi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Le opere, collocate negli spazi aperti, nella fontana e nella Serra Calda dell’Orto Botanico – Giardino dei Semplici si fondono e mimetizzano con l’ambiente naturale, invitando il visitatore a un gioco di scoperta e individuazione.
Tema che fa da cornice a questa seconda edizione di Flowers è Habitat, inteso appunto come ambiente naturale, ma anche come corpo da vivere e da abitare, dimensione spazio-temporale, habitus mentale, confini e assenza di confini, comunità sociale.

Come per l’edizione 2016, le opere sono site specific, progettate e realizzate appositamente per gli spazi del Giardino dei Semplici. I materiali usati e le tecniche esecutive sono i più diversi, dai tradizionali, legno, terracotta, ferro, ai più attuali come le installazioni e i video.

Così la natura accoglie l’arte fra le aiuole, fra le piante rare, negli specchi d’acqua, fra i rami degli alberi: dal terreno spuntano strani fili d’erba, gli alberi secolari diventano il teatro ideale per una danza degli spettri, la fontana dà forma e carattere all’acqua e la Serra Calda regala suggestioni con installazioni, video e performance dal forte impatto emotivo.

Il curatore della mostra, Giandomenico Semeraro, storico dell’Arte, spiega così il concept della mostra: “Con la seconda edizione di Flowers si consolida ulteriormente il rapporto tra l’Accademia di Belle Arti e il Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, l’Orto Botanico – Giardino dei Semplici. Se il titolo, Flowers, è logico, dovuto omaggio al luogo che ospita le opere dei giovani artisti, il sottotitolo per l’occasione di quest’anno è Habitat. Esso andrà inteso in senso ampio: come contenitore delle opere – l’Orto Botanico nelle sue più diverse suggestioni – e come contenuto – per via dei molteplici riferimenti ai modi del vivere oggi l’Ambiente”.

[cml_media_alt id='6597']justbeautiful_F.I.R.M.O.[/cml_media_alt]

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e unisciti agli altri 452 iscritti.

EnglishItaliano
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi